MAGIS
rete delle missioni sostenute dalla Compagnia di Gesù
facebookTwitterGoogle+
Aids in Africa

Madagascar. Cure, screening e formazione contro l’Aids

Se dal 2013, l’attenzione delle organizzazioni internazionali che operano in campo sanitario e dei media si è concentrata principalmente sull’emergenza ebola, la pandemia di Aids non si è arrestata. L’Hiv è un nemico silenzioso che continua a colpire il continente. A confermarlo sono le statistiche fornite da Unaids (l’agenzia Onu che si occupa della pandemia). A livello mondiale, all’inizio del 2015 (ultimi dati disponibili), 37 milioni di persone vivevano con il virus. La maggior parte di esse, 25,8 milioni di persone, il 70% del totale, viveva in Africa. La dinamica dell’epidemia è inoltre in crescita malati considerato che nel 2014 si sono registrate 1,4 milioni nuove infezioni.

In questo contesto, oltre all’impegno di Ajan (African Jesuit Aids Network) per diffondere best practices e sostenere le persone malate, si stanno sviluppando sul territorio programmi ad hoc. Tra questi progetti, va annoverato quello del Centro Sociale Arrupe in Madagascar (sostenuto dal Magis). Questo centro, nato per diffondere misure di prevenzione dell’Hiv e rendere più semplice l’accesso alle cure, si è impegnato in un’azione di stabilizzazione della diffusione dell’’Aids.

Le successive crisi politiche vissute dall’Isola Rossa hanno infatti portato le autorità a trascurare i problemi sanitari e, nello specifico, quelli legati al virus. Ciò ha fatto sì che l’epidemia riprendesse e colpisse soprattutto le popolazioni più povere ed emarginate. Oggi le persone infettate sono circa 40mila e ogni anno muoiono a causa del virus circa tremila persone. Il centro ha così deciso di sostenere la struttura sanitaria di Andranovelona.

Creata anni fa in un’area in cui sono presenti i gesuiti, non solo si occupa delle cure mediche ai malati, ma è il punto di riferimento del progetto «azione cristiana per la lotta all’Aids» per le 26 parrocchie della zona. In questa struttura, in collaborazione con l’associazione dei medici cattolici, verranno effettuati screening non solo per i malati di Hiv, ma anche per coloro che soffrono di patologie veneree. E, in particolare sulle persone più vulnerabili: donne incinte, tubercolotici, giovani, poveri, ecc.

Il progetto è chiuso

Informazioni

Come contribuire

Donazione online

Tramite Paypal, con tre click:

1 – clicca sul pulsante “Donazione”
2 – scegli l’importo
3 – specifica il progetto/causale che vuoi sostenere

1 – click on the button «Donation»
2 – choose the amount
3 – enter the project or the cause

Conto corrente bancario

Banca Prossima per le Imprese Sociale e Comunità Piazza della Libertà, 13 – 00192 Roma / Iban: IT25 D033 5901 6001 0000 0130 785

Banca Popolare di Bergamo Via Manzoni 12, 21013 Gallarate (Va)/ Iban: IT23 W054 2850 2400 0000 0027 366

intestati a Magis-Movimento e Azione Gesuiti Italiani per lo Sviluppo Via degli Astalli 16, 00186 Roma

Conto corrente postale 909010

intestato a MAGIS
Movimento e Azione Gesuiti Italiani per lo Sviluppo
Via degli Astalli, 16 – 00186 Roma

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni