MAGIS
rete delle missioni sostenute dalla Compagnia di Gesù
facebookTwitterGoogle+
sud sudan, campo di maban

Dopo gli scontri, torna la calma e riprendono le attività

Sud Sudan

13 Ott 2017

La tempesta è passata. Ora nel campo di Doro, nella contea di Maban (Sud Sudan), è tornata la calma. La tensione aveva raggiunto livelli insostenibili a luglio, agosto e settembre. Ma ora si sono arrestati gli scontri tra la comunità locale e i rifugiati. E si sono placati anche i conflitti interni tra gli stessi rifugiati.

Così, lentamente, sono riprese le attività. In primo luogo quelle di assistenza psicosociale che vengono portate avanti dal Jesuit Refugee Service in collaborazione con il Magis. Sono quindi ripartiti i workshop di formazione per giovani su crescita e sviluppo di abilità individuali che possono essere messe a servizio della comunità, e a tematiche di rilevanza sociale (come l’abuso di alcol e sostanze stupefacenti). Sono ripresi anche i servizi di accompagnamento con visite a domicilio per anziani e disabili. Spesso tali persone rimangono isolate, e hanno difficile accesso alle poche strutture sanitarie: in queste visite viene consegnato anche materiale di prima necessità, secondo le esigenze di queste persone. «I gioventù sono tornati a praticare lo sport e le attività ricreative – spiegano i responsabili del Jrs -. Ciò ha rasserenato il clima. Lo sport può essere un veicolo di incontro e di riavvicinamento con le comunità locali».

Parallelamente, più di 150 donne sono state ammesse ai corsi di inglese all’Arrupe Learning Center. Tra i corsi ne è previsto uno per absolute beginners che si rivolge soprattutto alle donne che non hanno mai studiato inglese. «Siamo felici – osservano i responsabili del Jrs – che negli ultimi mesi è aumentato il numero di donne che che frequentano i nostri corsi. Oggi sono 163 su 496 studenti, cioè il 33% dei partecipanti alle lezioni di inglese. È una prima risposta positiva allo sforzo del Jrs di coinvolgere maggiormente le donne nei progetti. Ma non ci fermiamo e continueremo a insistere su questa strada che guarda a uno sviluppo equilibrato della società sudsudanese».

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni