MAGIS
rete delle missioni sostenute dalla Compagnia di Gesù
facebookTwitterGoogle+
centrafrica

Strage a Bangui, ma il Magis è vicino alla gente

Centrafrica

03 Mag 2018

Strage nella Chiesa Notre Dame de Fatima di Bangui (Repubblica centrafricana). Un gruppo di miliziani ha esploso colpi di armi da fuoco e gettato bombe a mano contro i fedeli. Le forze di sicurezza sono intervenute riuscendo a respingere gli assalitori. Ma sul terreno sono rimaste 16 persone e, secondo fonti ospedaliere, più di 200 sono state ferite. Tra le vittime, anche un sacerdote: padre Albert Toungoumalet Baba. La Chiesa Notre Dame de Fatima, che si trova non lontano da PK5, un quartiere musulmano, aveva subito un assalto sanguinoso il 28 maggio 2014, nel corso del quale erano stati uccisi 18 fedeli.

«Il sacerdote ucciso non era il parroco di Notre Dame di Fatima – ha spiegato una fonte all’Agenzia Fides -, ma un sacerdote centrafricano (uno tra i più anziani della diocesi di Bangui), che si trovava lì per la celebrazione in quanto cappellano del movimento Fraternité Saint Joseph».

Il card. Dieudonné Nzapalainga, arcivescovo di Bangui, ha condannato con fermezza l’attacco e, commosso, ha offerto le sue condoglianze alle famiglie. Il porporato ha chiesto che venga accertata la verità il più presto possibile e che i colpevoli siano puniti.

Si riaccende così la tensione nella Repubblica centrafricana. Da cinque anni, il Paese è in preda a una guerra civile che provoca uno stillicidio di morti e instabilità. Nonostante gli sforzi del governo centrale e della comunità internazionale, sul terreno continuano a operare numerose milizie che rispondono solo ai loro leader e hanno come obiettivo la rapina dei civili.

In questo contesto difficilissimo, il Magis continua a lavorare a fianco della gente. Da alcuni anni ha attivato progetti in campo educativo sia nella capitale Bangui sia a Bambari. L’obiettivo è offrire una continuità formativa ai ragazzi, ma anche agli sfollati e ai rifugiati, in modo tale che la guerra non precluda il loro futuro. Sempre a Bangui, il Magis sostiene un progetto di prevenzione dei rischi di contagio e della diffusione del virus Hiv negli ambienti scolastici.

Vieni a scoprire il nostro impegno in Centrafrica e aiutaci a sostenere i nostri progetti. Clicca qui.

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni