MAGIS
rete delle missioni sostenute dalla Compagnia di Gesù
facebookTwitterGoogle+

A Douala, il futuro è nella piscicoltura

Camerun

05 Apr 2018

Il progetto di piscicoltura in Camerun, realizzato dai gesuiti della Provincia dell’Africa occidentale in collaborazione col Magis, sta ottenendo ottimi riscontri. Pubblichiamo una lettera che ci ha scritto padre Francois Assise, direttore ufficio sviluppo della Provincia e responsabile del progetto.

Dopo l’esperienza iniziata nel 2015 e proseguita negli anni seguenti, i gesuiti della Provincia dell’Africa occidentale hanno proposto per il 2018 un altro programma che mira a sviluppare le capacità dei giovani. Quest’anno si è voluto puntare sulla piscicoltura. Questo programma di formazione si è sviluppato a Douala (Camerun) e ha attirato molti giovani dai diversi quartieri della città (Bonamoussadi, Kotto, Cis City, Bépanda, Logpom e Logbessou).

Douala, una città portuale, è la capitale economica del Camerun, il principale centro degli affari e la più grande città del Paese. Ha 2,8 milioni di abitanti e metà della popolazione ha meno di 18 anni. Come quelli di Douala, anche i giovani di Limbe hanno espresso il desiderio di beneficiare di questa formazione. Limbe è una località balneare situata a circa 80 km da Douala, nella regione sud-occidentale.

Per attuare il progetto, i gesuiti hanno allestito un’area, il Centro sperimentale, nella periferia di Douala (Yansoki). È uno spazio in cui gli studenti possono mettere in pratica la teoria che hanno appreso nei corsi.

Le prime sessioni di formazione sull’allevamento ittico, che si sono tenute alla fine del 2017, hanno fornito informazioni sui bisogni dei consumatori nel settore dei prodotti ittici e sull’insufficienza della produzione locale. Ogni anno, infatti, secondo la Direzione della pesca, dell’acquacoltura e della pesca del ministero della Pesca e bestiame zootecnia, il Camerun spende 100 miliardi di franchi Cfa (152.500.000 euro) per l’importazione di pesce, 100 miliardi di franchi Cfa. Questa somma corrisponde a 200mila tonnellate di pesci che il Paese è costretto a importare per soddisfare la domanda. La produzione interna si attesta infatti sulle 180mila tonnellate l’anno.

Dopo aver presentato le questioni economiche della piscicoltura, i formatori hanno presentato i diversi sistemi di allevamento e le diverse infrastrutture necessarie. I sistemi sono tre uno con un intervento umano molto basso, uno semi-intensivo che prevede l’intervento umano, e uno intensivo con un grande intervento dell’uomo. Le infrastrutture di produzione possono essere grandi contenitori di plastica o stagni. Istruzioni dettagliate supportate da una lingua facilmente accessibile ai partecipanti sono state fornite per insegnare come è possibile costruire un laghetto e su come è possibile installare o costruire un serbatoio da utilizzare per ospitare gli avannotti.

Dopo aver ricevuto le nozioni teoriche e le raccomandazioni necessarie per il monitoraggio della crescita degli avannotti, agli studenti sono state offerte le formule necessarie per la composizione e l’autoproduzione dei mangimi. Mangimi creati con ingredienti rigorosamente naturali e disponibili sul mercato locale.

In effetti, la padronanza della produzione di mangimi per pesci è un’ulteriore garanzia per un buon rendimento, una buona qualità del prodotto, una buona redditività e un rapido ammortamento dei costi di investimento. Alla fine di questo programma, i partecipanti dovranno essere in grado di iniziare la piscicoltura in uno stagno o in un serbatoio fuori terra. Devono anche essere in grado di produrre il mangime necessario per la corretta crescita del pesce e saranno in grado di mettere in pratica le tecniche di marketing per una commercializzazione del pesce in modo competitivo.

Questo programma, che è iniziato in Camerun, è destinato a essere esportato in altri Paesi dell’Africa subsahariana. La formazione professionale dei giovani iniziata a Douala negli ultimi anni mira a costruire le capacità e le competenze per aiutare i giovani a diventare creatori di lavoro per se stessi e per altri.

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni