MAGIS
rete delle missioni sostenute dalla Compagnia di Gesù
facebookTwitterGoogle+
nepal ricostruzione

Lavori (di ricostruzione) in corso

Nepal

10 Nov 2017

In Nepal la ricostruzione continua. E i gesuiti del Nepal Jesuit Institute Social (Njsi) sono sempre in prima linea attraverso interventi molto diversificati.

Seguendo la tradizione ignaziana, i gesuiti, da tempo, lavorano nel settore educativo. Nelle scorse settimane, per esempio, 16 ragazzi, sostenuti dal Njisi, hanno terminato i tre mesi di tirocinio professionale. Sette di essi nel settore informatico ed elettronico, gli altri nelle professioni di sarto ed estetista. Ad essi sono stati consegnati i certificati che permetteranno loro di lavorare nelle botteghe artigiane e negli uffici del Nepal

Sempre in campo educativo, i gesuiti hanno aiutato la costruzione di scuole nei villaggi e hanno aiutato i ragazzi a completare i propri studi. Nelle ultime settimane, sono stati ultimati i lavori di ricostruzione di due scuole secondarie di Bhairabi Ashokbatika e Chokade Nuwakot. La consegna ufficiale delle chiavi alle autorità è avvenuta con una cerimonia ufficiale nel corso della quale il Njsi ha consegnato anche coperte ai ragazzi delle scuole. Un piccolo dono, ma indispensabile nei rigidi inverni nepalesi.

Procede anche la costruzione di edifici e strade. I lavori per ultimare la strada di 28 chilometri tra Somdang a Tipling stanno procedendo secondo i piani. Gli operai stanno affrontando grandi difficoltà dettate dagli ostacoli naturali e un clima rigido. Lavorare in montagna non è facile, in Nepal è ancora più complesso per l’altitudine e il freddo durante tutto l’anno. Nonostante ciò, Pradip, il responsabile della costruzione stradale, sottolinea che il progetto di costruzione stradale sta andando molto meglio di quello che si pensasse prima dell’inizio. «Le persone che vivono nella valle del Rubi sono felici – ha aggiunto – Grazie al Njsi un sogno cullato a lungo sta diventando realtà».

Il Njsi è stato istituito dalla Nepal Gesuit Society dopo il terremoto che ha colpito il Nepal il 25 aprile e il 12 maggio 2015. Dal suo inizio, il 19 maggio Njsi è stata attivamente coinvolta nel processo di rilievo, recupero e riabilitazione in undici distretti particolarmente colpiti. La fase iniziale del soccorso consisteva principalmente nella distribuzione di materiali d’emergenza: teloni, coperte, stuoie, riso, cereali, olio, zucchero, sale, ecc. ma anche soccorso medico.

Successivamente sono iniziati gli interventi strutturali che dureranno anni. In questo sforzo il Njsi ha avuto al suo fianco la Rete Xavier, network di Ong legate alla Compagnia di Gesù (del quale fa parte anche il Magis). Un impegno che dura tuttora.

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni